Home » Blog Stile Legale » PEC DIMENTICATA? NESSUNA SANZIONE

PEC DIMENTICATA? NESSUNA SANZIONE

PEC DIMENTICATA? NESSUNA SANZIONE - Avvocato Piera Giordano

di Piera Giordano

Le ditte individuali che comunicheranno il proprio indirizzo PEC oltre il 1° luglio p.v. non subiranno alcuna sanzione.

Il Ministero per lo Sviluppo Economico, ribadendo il termine previsto al 30/06, che slitta ex lege al 01/07 essendo una domenica, ha altresì precisato che "l'uffico del registro delle imprese che riceve una domanda da un'impresa che non ha comunicato il proprio indirizzo di posta elettronica certificata, in luogo dell'irrogazione della sanzione di cui all'art. 2630 c.c., sospende la domanda fino ad integrazione della domanda con l'indirizzo di posta elettronica certificata".

Alle imprese prive di PEC sarà pertanto sospesa ogni domanda diretta al Registro delle Imprese, sia di costituzione, sia di variazione dei dati. Se entro il termine di 45 giorni le imprese non avranno provveduto all'integrazione dell'indirizzo PEC, la domanda si considererà non presentata.

Questa l'interpretazione più favorevole al contribuente, che, in caso contrario, sarebbe passibile di sanzione da € 206 a € 2065, ai sensi dell'art. 2630 c.c.

13/08/2013 commenti (0)
Segui Piera Giordano su Google+